Consiglio di Sicurezza Onu discute risoluzione proposta dal Regno Unito sulla Libia

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu sta discutendo una bozza di risoluzione sulla Libia, proposta dalla Gran Bretagna. Il documento chiede alle parti coinvolte nel conflitto, attori interni e regionali, di impegnarsi per un cessate il fuoco permanente e duraturo, come concordato a Berlino.

La Gran Bretagna ha proposto al Consiglio, che ascolterà oggi un briefing dell’inviato Ghassan Salamé, di giungere ad una risoluzione condivisa per ripristinare la pace nel paese nordafricano. Va detto che il Consiglio di Sicurezza si è già riunito 15 volte prima del Summit organizzato dal Governo tedesco senza emettere alcuna risoluzione, e fonti diplomatiche sostengono che questa volta non sarà diverso.

Il documento chiede di trovare una data il prima possibile e senza ulteriori indugi per il comitato militare congliunto (5 GNA + 5 LNA) che avrà il compito di monitorare il cessate il fuoco e verificare le violazioni. Cessate il fuoco che, va ricordato, non esiste sul terreno per via delle provocazioni della Turchia e i suoi partner che continuano a violare l’embargo sulle armi verso la Libia.

La Gran Bretagna continua a sottolineare “l’importanza vitale di compiere progressi verso un accordo politico per porre fine al conflitto”, chiedendo al segretario generale Antonio Guterres di “presentare proposte su un possibile monitoraggio della tregua, compresa la possibilità di contributi da parte di organizzazioni regionali”, già rigettate dalle componenti sociali libiche e dallo stesso Salamè. I quindici Paesi membri non voteranno subito e le discussioni continueranno nelle prossime ore.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: