Ministero dell’Interno libico annuncia l’arresto del terrorista Imad al-Shagabi

Il Ministero dell’Interno del Governo libico di Accordo Nazionale (GNA), ha annunciato, in una nota rilasciata venerdì sera, che la sicurezza centrale del ramo di Tajoura ha arrestato Imad al-Shagabi, comandante di campo per il GNA dal 2017, fino a ieri al fronte di Gianzur contro l’esercito libico (LNA) del feldmaresciallo Khalifa Haftar.

Il ministro dell’Interno Fathi Pashagha, aveva diramato precedentemente una circolare a tutte le sue forze di sicurezza avvertendo che al-Shagabi era stato sospeso e ne ordinava l’arresto con l’accusa di terrorismo. Al-Shagabi sarebbe, per il Ministero, il coordinatore tra Daesh e Ansar al-Sharia in Libia. Il suo fermo prova il convolgimento di elementi di Ansar al-Sharia al fianco delle milizie di Tripoli, da cui il GNA ha ufficialmente preso le distanze, invitando i membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a fornire informazioni su qualsiasi estremista impegnato al fronte contro Haftar. Al-Shagabi era sul libro paga del Ministero dal 2017.

Mentre le procedure di indagine vengono avviate e deferite all’Ufficio del Procuratore Generale per intraprendere azioni legali contro di lui, conclude la nota, il Ministero degli Interni avverte chiunque tenti di destabilizzare la sicurezza, seminare seduzione e attaccare le istituzioni statali con violazioni, atti terroristici, estorsioni e minacce, che tali tentativi verranno gestiti con la massima serietà e secondo le basi legali.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: