Consiglio di Sicurezza estende il mandato della Missione in Libia

Di Ali Ahmed.

Giovedì il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha deciso di estendere il mandato della Missione di Sostegno in Libia (UNSMIL), guidata dal Rappresentante Speciale del Segretario Generale, Ghassan Salamè, approvando all’unanimità la risoluzione proposta dal Regno Unito.

La risoluzione, sponsorizzata dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, affermava che la Missione, in quanto missione politica integrata, nel pieno rispetto dei principi di sovranità nazionale, avrebbe esercitato mediazione e buoni uffici a sostegno di cinque questioni:

-Un processo politico inclusivo, sicurezza e dialogo economico;

 -Continuare ad attuare l’accordo politico libico;

 -Rafforzare le disposizioni prese dal Governo di Accordo Nazionale in materia di governance, sicurezza ed affari economici, compreso il sostegno alla riforma economica in cooperazione con le istituzioni finanziarie internazionali;

 -La possibilità di un cessate il fuoco;

-Condurre le fasi successive della transizione libica, incluso il processo costituzionale e l’organizzazione delle elezioni.

 I membri del Consiglio di sicurezza hanno inoltre deciso che la Missione, nell’ambito di vincoli operativi e di sicurezza, avrebbe svolto i compiti di “sostegno alle principali istituzioni libiche; fornire sostegno, su richiesta, per la fornitura di servizi di base e la fornitura di assistenza umanitaria, conformemente ai principi umanitari; nonchè monitoraggio e rendicontazione sulla situazione dei diritti umani, sostegno alla prevenzione delle armi incontrollate e dei relativi materiali e alla lotta contro la loro proliferazione, coordinare l’assistenza internazionale e fornire consulenza e assistenza a sostegno degli sforzi guidati dal Governo di Accordo Nazionale per stabilizzare le aree postbelliche, comprese quelle liberate da Daesh”.

 Nella sua nuova risoluzione, il Consiglio di sicurezza ha accolto con favore i progressi della Missione nel ripristinare la sua presenza a Tripoli, Bengasi e altre parti della Libia, a condizione che le condizioni di sicurezza lo consentano.

Ha inoltre accolto con favore i progressi compiuti nello sviluppo di una strategia globale e una maggiore integrazione e coordinamento strategico tra UNSMIL e le agenzie, fondi e programmi delle Nazioni Unite in Libia al fine di sostenere gli sforzi del Governo di Accordo Nazionale per stabilizzare la Libia incoraggiando ulteriori lavori a quello scopo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: