Al-Mismari: “Serraj, il ponte dei Fratelli Musulmani per controllare la Libia”

Il portavoce del Libyan National Army, maggiore Ahmed al-Mismari, ha affermato durante una conferenza stampa di mercoledì pomeriggio a Bengasi che gli Ilyushin-79 bombardati dall’aviazione, presso l’Air College di Misurata, trasportavano armi sofisticate del valore superiore ai 900milioni di dollari USA. Il portavoce ha definito quella passata come “una notte difficile per Turchia e Qatar”, accusando il premier Fayez al-Serraj di fungere da ponte per la Fratellanza Musulmana in Libia. A tal proposito va detto che Serraj e la sua squadra di predoni hanno sempre facilitato l’ingresso di gruppi terroristici in Libia, di cui si è spesso avvalso della collaborazione nel cercare di estendere la proria legittimità, che non è mai andata oltre tuttavia a Tripoli e Misurata. Il portavoce dell’LNA ha sottolineato che il Comando generale è al corrente di tutti i movimenti dei Fratelli Musulmani, monitora i loro contatti e li avverte delle conseguenze di qualsiasi tentativo di trasformare in caserma militare qualsiasi obiettivo civile. Per quanto concerne la situazione a sud di Tripoli, al-Mismari ha detto che si assiste ad uno stato di “cauta calma” su tutti gli assi, dopo il bombardamento di civili da parte delle forze di al-Wefaq.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: