UNSMIL chiede alle autorità di Bengasi di indagare a fondo sulla sparizione di Sergewa

La Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) è profondamente preoccupata per la continua sparizione forzata del membro della Camera dei Rappresentanti Seham Sergewa. La signora Sergewa è stata brutalmente rapita dalla sua casa di Bengasi il 17 luglio da un’unità di uomini armati che ha ferito il marito durante il rapimento. Il recente annuncio di un funzionario delle autorità competenti che afferma che “un gruppo sconosciuto di terroristi potrebbe essersi infiltrato a Bengasi e rapito la signora Sergewa” non fornisce alcuna rassicurazione sul benessere e sul luogo in cui si trova la parlamentare. A tale proposito, la Missione ha ribadito la sua richiesta a queste autorità di indagare a fondo sull’attacco alla residenza di Sergewa, sulla sua scomparsa forzata e di rivelare dove si trova. La Missione è fortemente preoccupata per l’incolumità e la sicurezza di Sergewa e sottolinea che le autorità competenti sono responsabili della sicurezza e dell’incolumità delle persone sotto il loro controllo territoriale, anche in questo caso di sparizione forzata prolungata. Il rapimento e la sparizione forzata, basate su opinioni politiche o affiliazioni, costituiscono una grave violazione del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani. Questo caso ha avuto un impatto agghiacciante sul lavoro delle donne attiviste in Libia. L’UNSMIL sottolinea che il silenzio delle voci delle donne nelle posizioni decisionali non sarà tollerato e ribadisce il suo forte impegno a sostenere il ruolo cruciale delle donne libiche nella costruzione della pace e la loro piena partecipazione alla vita politica e al processo decisionale del paese.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: