Mosca. Lavrov vede Salamé, necessario fermare la guerra a Tripoli

Di Ali Ahmed.

Il Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite in Libia, Ghassan Salamé, è stato ricevuto a Mosca martedì dal ministro degli Esteri, Sergej Viktorovič Lavrov, e dal viceministro Mikhail Bogdanov. Durante l’incontro, il capo della Missione di Sostegno delle Nazioni Unite (UNSMIL) ha aggiornato il Cremlino sui recenti sviluppi politici e militari in Libia ed in particolare sugli sforzi portati avanti dalla Missione per cercare di mettere fine al conflitto tra il Libyan National Army e i gruppi affiliati al Governo di Accordo Nazionale. Lavrov e il suo vice, da parte loro, hanno confermato il pieno sostegno al Rappresentante Speciale Ghassan Salamè, sottolineando la necessità di interrompere i combattimenti riprendendo il processo politico. Le operazioni militari a sud della capitale Tripoli sono iniziate lo scorso 4 aprile, dieci giorni prima della Conferenza Nazionale che sarebbe stata ospitata a Ghadames. Da allora, nonostante i pesanti combattimenti, nessuna delle due fazione è riuscita ad avere la meglio.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: