La Camera spiega al Regno Unito l’intervento dell’LNA nel sud della Libia

Di Vanessa Tomassini.

Yousef Alagouri, presidente della Commissione Affari Esteri ed un certo numero di membri della Camera dei Rappresentanti, il parlamento libico con sede a Tobruk, hanno ricevuto nella città orientale l’ambasciatore del Regno Unito in Libia, Frank Baker, e la sua delegazione di accompagnamento. L’incontro descritto come “positivo” da Alagouri, si è incentrato sulla necessità di aggirare l’embargo verso la Libia per fornire armi all’esercito orientale, Libyan National Army (LNA), le sanzioni europee nei confronti del presidente Aguila Saleh Issa, l’immigrazione illegale ed in particolare la situazione nella regione meridionale. I parlamentari hanno spiegato all’ambasciatore britannico che l’operazione lanciata a metà gennaio dall’esercito guidato dal feldmaresciallo Khalifa Haftar ha l’obiettivo di liberare la regione dai terroristi e dalle bande armate straniere. A Sabha la situazione risulta stabile, mentre ad Ubari e nella regione di Murzuk si sono registrate diverse problematiche di carattere tribale che hanno causato un drastico aumento dei prezzi. Secondo il racconto delle nostre fonti sul posto, alcuni gruppi locali affiliati ad Haftar hanno usato la guerra ai terroristi come pretesto per attaccare le tribù Tebu mentre il Governo di Accordo Nazionale inviava Ali Kanna, ex Gheddafista molto vicino a Misurata, per cercare di sedare gli scontri. Le parti hanno anche discusso di elezioni e della conferenza nazionale, argomenti che passano automaticamente in secondo piano viste le circostanze che il Paese nordafricano sta attraversando.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: