Salamé: “La dichiarazione della Missione riguardo al Sud è stata male interpretata”

L’inviato delle Nazioni Unite in Libia, Ghassan Salamé, ha dichiarato che le ultime dichiarazioni della Missione riguardanti la regione meridionale  sono state interpretate erroneamente, aggiungendo che ci sono due posizioni stabili per l’Onu: combattere il terrorismo, che è un diritto legittimo per i libici, e la protezione dei civili in mezzo agli scontri. La Missione di Supporto delle Nazioni Unite in Libia è stata sommersa dalle critiche dopo una nota che affermava “preoccupazione” per le notizie provenienti dalla regione meridionale, dopo la mobilitazione delle forze armate e il ciclo crescente di dichiarazioni e contro-dichiarazioni che lasciavano presagire un conflitto imminente. In realtà l’arrivo dell’esercito è stato accolto positivamente dalla maggioranza dei consigli tribali e delle città del sud della Libia che hanno invitato la popolazione a sostenere e ad unirsi all’esercito nella sua battaglia contro il terrorismo e la criminalità transnazionale.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: