Nuove violazioni della sicurezza ad El-Sharara

La National Oil Corporation (NOC) ha confermato lunedì una nuova violazione della sicurezza, avvenuta durante la notte, nel campo petrolifero di El-Sharara. Nelle prime ore di lunedì 31 dicembre 2018, un gruppo armato ha attaccato un membro della guardia civile del sito – si legge in una nota – aggredendolo fisicamente e trattenendolo, prima di rubare sei unità di condizionamento. In un altro incidente – prosegue la stessa – un altro gruppo di criminali si è fatto strada nella struttura di supporto del campo, rompendo i cancelli in un magazzino di catering prima di rubare beni vitali. NOC ha espresso profonda preoccupazione per quest’ultima violazione della sicurezza, sintomatica dei continui fallimenti e dell’incapacità delle forze assegnate a proteggere questo settore di importanza nazionale. NOC ha rinnovato la richiesta di una ristrutturazione immediata della Petroleum Facilities Guard (PFG) nel campo di Sharara, al fine di garantire la sicurezza dei lavoratori e il tempestivo riavvio delle operazioni. Il presidente della compagnia di Stato, Mustafa Sanalla, ha dichiarato: “Ci sono circa 1.500 addetti alla sicurezza, incaricati della protezione del più grande giacimento petrolifero della Libia, eppure questi incidenti continuano a verificarsi e le responsabilità di base non vengono soddisfatte. Ristrutturare le nostre misure di sicurezza deve essere una priorità assoluta per tutti, al fine di prevenire ulteriori danni all’economia libica e al futuro del nostro paese”.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: