L’UE e le Nazioni Unite insieme alle autorità locali per le persone vulnerabili in Libia

Tripoli, 23 novembre 2018 – Il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) e il Fondo per l’infanzia delle Nazioni Unite (UNICEF) hanno unito le forze per migliorare l’accesso ai servizi di base in Libia per le persone vulnerabili. Questo programma da 50 milioni di euro, finanziato dall’UE, sosterrà 24 comuni in tutto il paese per migliorare l’accesso a salute, istruzione, acqua e servizi igienici (WASH) e servizi sociali. UNDP e UNICEF lavoreranno anche a livello nazionale per generare dati per informare il processo decisionale e costruire la capacità dei ministeri e dei partner nazionali.

Oggi, 670.500 persone hanno bisogno dell’assistenza umanitaria WASH in Libia. La crisi ha colpito 267.000 studenti, danneggiando 489 scuole, 40 delle quali sono state distrutte. In 1 comunità su 4 che ospita migranti, i bambini migranti non hanno accesso all’istruzione. Il programma affronterà tali esigenze, mitigando l’impatto della crisi umanitaria e rafforzando la protezione dei più vulnerabili. Formulato congiuntamente dalla Commissione europea e dall’Italia, il programma “Recupero, stabilità e sviluppo socio-economico” in Libia mira a migliorare i servizi di base dei residenti di quei comuni per assistere non solo migranti, rifugiati e sfollati interni, ma anche le comunità libiche ospitanti.

“Questo è il più grande programma che l’Unione europea abbia mai finanziato nel sostegno diretto al miglioramento della fornitura di servizi pubblici chiave da parte dei comuni libici. Fornire un accesso tempestivo a servizi di qualità, in particolare per le persone più vulnerabili del paese, è essenziale per il futuro della Libia. Poiché il programma copre 24 comuni libici, mira a contribuire a una copertura ampia ed equilibrata in tutto il paese” ha dichiarato l’Ambasciatore dell’Unione europea in Libia, Alan Bugeja.

Sultan Hajiyev, direttore del paese dell’UNDP in Libia, ha confermato: “Una delle priorità dell’UNDP è sostenere le autorità nei loro sforzi volti a rafforzare la governance locale per fornire servizi sociali di base. Ciò è di fondamentale importanza per promuovere gli OSS come strumento per affrontare i bisogni più urgenti della Libia. L’accesso a servizi di qualità è fondamentale per raggiungere la pace e la stabilità in tutto il paese. Siamo quindi molto grati ai nostri partner europei per il loro inestimabile sostegno. Sono anche contento che implementeremo questo programma insieme all’UNICEF poiché ci aspettiamo che questo ci consenta di massimizzare l’impatto e garantire sinergie tra le nostre agenzie “.

“Dopo sette anni di conflitti e crescenti flussi migratori attraverso la Libia, la capacità delle municipalità locali di soddisfare i bisogni delle loro popolazioni è stata gravemente ostacolata, con bambini e giovani particolarmente colpiti”, ha dichiarato il Rappresentante speciale dell’UNICEF in Libia, Abdel- Rahman Ghandour. “Questo ultimo finanziamento dell’Unione europea, quindi, è estremamente apprezzato e significa che l’UNICEF sarà in grado di garantire che più bambini siano protetti, in grado di ottenere un’istruzione in un ambiente sicuro e accedere ai servizi sanitari di cui hanno bisogno”.

UNDP e UNICEF realizzeranno il progetto in collaborazione con l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e in stretto coordinamento con le autorità nazionali, il Consiglio presidenziale e il governo di Accordo nazionale.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: