Di Vanessa Tomassini.

Zahra Ali aveva 4 anni e 9 mesi ed è morta nella città di Al-Qatrun, nel sud della Libia. Non è stata raggiunta da una pallottola, o da un razzo, nè tanto meno da un missile vagante, ma dal morso di uno scorpione. Dopo una corsa contro il tempo, Zahra e i suoi genitori sono arrivati alla clinica più vicina che si trova a diversi chilometri, ma è stato tutto inutile, il veleno aveva già raggiunto il cuoricino ed ogni antidoto è stato inutile.

Il problema delle punture di scorpioni è largamente diffuso in Libia, non solo nelle zone desertiche, ma anche a Tajoura e nella zona della Spring Valley. La morte della piccola Zahra ha scatenato un mix di sentimenti contrastanti, da tempo i cittadini del Fezzan lamentano l’abbandono da parte delle istituzioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...