Il Ministero degli Interni del Governo di Accordo Nazionale ha annunciato martedì che l’INTERPOL ha ripreso le sue attività in Libia dopo la revoca dell’embargo, giunta in seguito al pagamento di tutti i contributi dovuti alla Organizzazione internazionale della polizia criminale. Si ricorderà che la Libia è un membro di INTERPOL dal 1956.

Il ministero dell’Interno ha rivelato che un’unità antiterrorismo di Interpol aveva recentemente visitato la Libia, nell’ambito del ”Progetto First” ed è stata discussa anche l’adesione al “Progetto Flyway” per combattere il traffico di esseri umani, nonchè all’operazione INTERPOL TRIGGER per contrastare il terrorismo e ridurre il traffico e la proliferazione di armi.

Con sede nella capitale libica, sebbene abbia uffici satellite in tutto il paese, l’Ufficio centrale nazionale (NCB) di INTERPOL per la Libia fa parte del Ministero degli Interni. INTERPOL Tripoli supporta le forze dell’ordine nazionali e quelle di altri paesi membri che cercano assistenza nelle indagini penali che vanno oltre i confini nazionali. Riceve ed elabora richieste di indagini criminali dall’estero ed è in grado di intraprendere azioni operative urgenti se necessario.

I principali partner nazionali di polizia di INTERPOL di Tripoli includono:

  • Ministro degli Affari Esteri;
  • Dipartimento investigazioni criminali;
  • Dogana;
  • Forze di sicurezza portuali;
  • Ufficio del Procuratore Generale (Ministero della Giustizia).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...