I giovani delle tribù Magharba ed Awaghir nell’est della Libia sostengono il dialogo sponsorizzato dall’ONU

I giovani della tribù al-Magharba, ad Agedabia, ed Awaghir a Bengasi, nella regione orientale della Libia hanno annunciato in una dichiarazione che non c’è via d’uscita dalla crisi se non attraverso il dialogo e la comprensione. “Siamo stanchi della guerra che ne paghiamo costantemente il prezzo”, hanno detto i giovani Magharba. I due comunicati distinti affermano i seguenti punti condivisi:

  1. Sostegno al dialogo politico e l’action-plan della Missione delle Nazioni Unite in Libia,
  2. Nessuno è autorizzato a parlare a nome della regione Barqa (Cirenaica ndr) come Aref Ali Nayed e Abdel Majid Mlehta,
  3. Non c’è posto per le milizie e i gruppi terroristici in Libia.
Dichiarazione della tribù Magarba
Dichiarazione della Tribù Awagir

Nel frattempo continuano le proteste per le difficili condizioni di vita. Oggi alle 16,00 sono attese manifestazioni nel centro di Bengasi di fronte all’hotel Tibestsi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: