Un “incidente” a Janzour conferma i problemi di sicurezza a Tripoli

Una milizia armata di Janzour, nella capitale Tripoli, ha ucciso barbaramente sei giovani appartenenti ad un altro gruppo armato sempre affiliato al Governo di Accordo Nazionale (GNA). e ferito gravemente altre due.

Nell’incidente sono rimasti uccisi anche Mohammed Fakkar. capo del 404mo battaglione (GNA) e suo fratello Mahmoud.

La disputa tra i due gruppi sarebbe iniziata lo scorso 7 luglio presso una stazione di carburante della zona e riguarderebbe alcuni trafficanti di petrolio.

Secondo il racconto dei presenti, Mohammed Fakkar avrebbe insultato uno dei trafficanti appartenti alla sicurezza centrale di Janzour, affiliata al Ministero dell’Interno di Tripoli, e il gestore della stazione. Durante la disputa alcuni colpi anti-aicraft sono stati esplosi in aria.

La situazione è rimasta tesa fino al triste espilogo di ieri. Secondo video circolati in rete, la casa della famiglia Fakkar è stata data alle fiamme dopo l’uccisione dei suoi figli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: