Emergenza coronavirus in Libia, “sospeso” ospedale di Ubari

L’Ospedale Generale di Ubari, nella Libia meridionale, ha sospeso le sue attività dopo che un membro dello staff è stato infettato dal nuovo coronavirus, COVID-19.

“Abbiamo deciso di sospendere il lavoro dell’Ospedale Generale di Ubari per 48 ore perché uno dei lavoratori è stato infettato dal virus corona”, ha dichiarato il direttore dell’ospedale, Suleiman Alwa.

Fino ad ora, i casi accertati nel Paese nordafricano sono 1182, 35 persone sono morte per complicazioni relative al virus, mentre i guariti dall’inizio della pandemia sono 295.

I numeri tuttavia – avvertono gli operatori delle agenzie ONU – potrebbero essere molto più alti, considerata la scarsa capacità del Paese di condurre test per via della divisione politica e del conflitto.

Media nazionali hanno descritto situazioni allarmanti anche nei centri di detenzione migranti, molti di questi infatti sono fuori dal controllo dello Stato e le agenzie internazionali continuano a non avervi accesso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: