Il Parlamento libico annuncia i nomi dei partecipanti al dialogo di Ginevra

Di Vanessa Tomassini.

Domenica la Camera dei Rappresentanti, il Parlamento libico internazionalmente riconosciuto con base a Tobruk nell’est del Paese, ha annunciato i nomi dei parlamentari che prenderanno parte alla seconda fase del dialogo a Ginevra.

Dopo la pista militare che vede impegnati 5 alti ufficiali delle forze del Governo di Accordo Nazionale (GNA) e 5 dell’Esercito nazionale libico (LNA), il quartier generale delle Nazioni Unite a Ginevra si prepara ad accogliere le delegazioni libiche per procedere con il dialogo politico che dovrebbe avviarsi mercoledì 26 febbraio.

Con la decisione n.17 del 2020 la Camera ha stabilito che i Parlamentari che costituiranno la delegazione a Ginevra sono: Badr Al-Naheeb, Muhammad Musa Doma, Mesbah Dumah Waheedah, Adil Mawloud Mahfouz, Ali Muhammad Kusher, Hamad Muhammad Al-Bandaq, Ali Saleh Al-Zarqa, Basheer Ali Al-Ahmar, Abdul-Muttalib Idris Thabet, Youssef Abdel-Salam Al-Ferjani, Hafeezah Khalifa Achenina ed Ezzeddine Abdel-Salam Qwerb.

La decisione prevede inoltre l’istituzione di un comitato di “supporto politico” così composto: Ali Omar Al-Takbali, Al-Hadi Ali Al-Sagheer, Idris Omran Abdul-Hadi, and Abdul Salam Shuhi Al-Lohi.

Per quanto concerne la rappresentanza femminile, il Parlamento ha deciso che saranno due le parlamentari ad andare a Ginevra: Sabah Jumah Al-Hajj e Sultana Masoud Al-Mismari.

Il quarto ed ultimo punto della decisione chiarisce che il comitato dovrà aderire ai principi approvati dalla Camera dei Rappresentanti e per tanto non potrà prendere alcuna decisione, o posizione, nè firmare alcun documento o accordo, tranne dopo aver riferito in Parlamento.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: