Libia e USA: sviluppo del settore petrolifero e trasparenza

Di Ali Ahmed.

Washington ha ospitato martedì dei colloqui sulle modalità per rafforzare il settore petrolifero libico e migliorare la trasparenza nella pubblicazione dei dati da parte delle istituzioni libiche. Hanno preso parte ai lavori il ministro della Pianificazione libico, Taher Al-Jahmi, il ministro delle Finanze, Faraj Boumtari, il presidente della National Oil Corporation (NOC), Mustafa Sanallah e il governatore della Banca Centrale della Libia (CBL), Saddik al Kabir.

Tra i funzionari americani, invece, erano presenti gli assistenti del Dipartimento di Stato, i sottosegretari al Tesoro e all’Energia, nonchè i rappresentanti del Fondo monetario internazionale (FMI) e della Banca Mondiale (World Bank). L’incontro mira ad umentare i tassi di produzione nei prossimi 5 anni, individuando le risorse finanziarie necessarie che la CBL fornirà dal 2020.

I colloqui hanno inoltre messo in luce la situazione economica e finanziaria del Paese nordafricano, i risultati raggiunti e le misure necessarie per rafforzare la collaborazione tra NOC e CBL. Secondo una nota rilasciata a margine degli incontri, l’appuntamento è servito anche per individuare un meccanismo per la trasparenza dei dati, facilitandone l’accesso ad istituzioni e cittadini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: