Pashagha ad Algeri per intensificare la sicurezza

Di Ali Ahmed.

Il ministro degli Interni del Governo di Accordo Nazionale, Fathi Pashagha, si è recato martedì mattina ad Algeri per incontrare il suo omologo algerino, Salaheddine Dahmoun. Durante l’incontro, sono stati affrontati diversi temi di interesse comune come il contrasto al traffico di esseri umani, la lotta al contrabbando di droghe e al terrorismo, ribadendo la necessità di riattivare il comitato misto di sicurezza. Il ministro algerino ha sottolineato la vicinanza del suo Paese al popolo libico, che sta “accogliendo nel bene e nel male”. L’Algeria ha soottolineato di seguire il principio di non ingerenza negli affari interni dei Paesi vicini. Il capo della diplomazia ha suggerito a Pashagha il ritorno al dialogo per mettere fine al conflitto in e intorno a Tripoli. Pashagha ha sottolineato l’importanza di collaborare in questo momento, in quanto Daesh starebbe approfittando dell’instabilità creata dalla guerra. Va precisato che per il Governo di Accordo Nazionale il proliferare di terroristi in Libia è attribuibile al caos generatosi dopo l’attacco del feldmaresciallo Khalifa Haftar a Tripoli, dall’altra parte invece è stato dimostrato che la Turchia ed altri Paesi confinanti con l’ex colonia italica, starebbero facilitando il passaggio di foreign fighters in fuga da Siria ed Iraq in supporto delle milizie di Serraj.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: