Osama al-Juwaili chiude lo spazio aereo di Bani Walid

Il comandante della regione militare occidentale, Osama al-Juwaili, subordinato al Consiglio presidenziale del Governo di Accordo Nazionale, ha deciso la chiusura dello spazio aereo di Bani Walid e l’evacuazione immediata dei civili dallo scalo. La decisione prevede il divieto di decollo e atterraggio per qualsiasi aeroveicolo ed avverte delle conseguenze se l’ordine non verrà rispettato. Secondo al Juwaili, la decisione è stata presa in seguito alla militarizzazione dello scalo da parte del Libyan National Army (LNA) sotto l’egida del maresciallo Khalifa Haftar, rendendolo target di possibili raid da parte dell’aviazione di Misurata. L’areoporto di Bani Walid è uno scalo civile che offre voli nazionali, dopo essere stato uno scalo militare durante gli anni del governo di Muammar Gheddafi. Il sindaco della città ha sottolineato la totale affiliazione al Governo di Tripoli, sebbene gli anziani della città si siano espressi a favore delle operazioni militari dell’LNA per liberare la capitale dalle milizie e dal terrorismo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: