Dettagli della visita di Serraj a Malta

Il presidente del Consiglio del Governo di Accordo Nazionale, Faiez Al-Serraj, si è riunito mercoledì con il primo ministro maltese, Joseph Muscat, alla Valletta. All’incontro hanno partecipato il ministro degli Esteri libico Mohamed Sayala, l’ambasciatore libico a Malta Saadoun Al-Suwaieh, il consigliere politico del presidente, Taher Al-Sunni,  il direttore generale della Libyan Foreign Investment Company Salim Hanish e alcuni ministri ed alti funzionari del Governo maltese. Durante l’incontro, Muscat ha espresso apprezzamento e il sostegno del suo paese agli sforzi del presidente per raggiungere la sicurezza e la stabilità in Libia. Ha sottolineato i profondi legami di amicizia tra i due paesi vicini e l’aspirazione maltese a promuovere relazioni bilaterali in vari campi.
Secondo l’ufficio informazioni di Serraj, il primo ministro di Malta ha sottolineato l’acume del suo paese nel coordinare e consultare il Presidente e il Governo di Accordo Nazionale su questioni di interesse comune, in particolare la questione dell’immigrazione clandestina, considerando la Libia e Malta come paesi di transito e di destinazione per i migranti. Da parte sua, Serraj ha ringraziato le istituzioni maltesi per la calorosa accoglienza, sottolineando i legami storici e il rapporto distinto tra i due paesi, prima di informare Muscat sugli ultimi sviluppi della situazione politica in Libia, focalizzandosi sugli accordi di sicurezza attuati nella capitale. Ha parlato del programma di riforme economiche adottato a settembre dello scorso anno, che dipende dall’integrazione e dall’armonizzazione delle politiche monetarie, finanziarie e commerciali. In questo contesto, Serraj ha chiesto di attivare gli accordi conclusi tra i due paesi e di lavorare insieme attraverso il comitato misto libico-maltese per concludere nuovi accordi a beneficio delle due Nazioni, che contribuiranno a sostenere l’economia, lo sviluppo e il ritorno di aziende e investimenti in Libia. Durante l’incontro è stato concordato di incoraggiare la comunicazione tra le camere di commercio e industria e i due consigli degli uomini d’affari in entrambi i paesi. Le due parti hanno anche discusso della riattivazione dell’accordo sui trasporti aerei e si è convenuto di riprendere i voli diretti tra Malta e Libia entro la fine del primo trimestre. D’altra parte, è stato raggiunto un consenso sulla necessità di affrontare la questione dell’immigrazione clandestina da una prospettiva globale e attraverso un coordinamento congiunto. Le due parti hanno inoltre concordato di lavorare insieme per combattere tutte le operazioni di contrabbando, in particolare quello del carburante. Serraj ha chiesto al governo maltese di prestare attenzione alla comunità libica a Malta, fornendo supporto e mezzi necessari. Ha espresso inoltre la sua speranza per un rapido ritorno della missione diplomatica della Repubblica di Malta a Tripoli. Il presidente del Consiglio presidenziale è arrivato martedì sera nella Repubblica di Malta in visita ufficiale, mentre in Europa si discuteva della sorte di 49 migranti a bordo delle navi Sea Watch e Sea Eye, in mare da oltre due settimane.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: