Rinnovato allarme terrorismo a Tripoli

Resta alto l’allarme terrorismo nella capitale libica, Tripoli, a meno di due settimane dall’attacco che ha preso di mira il quartier generale del Ministero degli Affari Esteri. Secondo indiscrezioni trapelate sui media da questa mattina, la compagnia petrolifera Schlumberger ha evacuato il personale dai  suoi uffici nella torre 1 del complesso Dhad al Imad Towers, dove ha sede il suo quartier generale. Fonti dell’intelligence libica hanno confermato che la guardia resta alta sebbene lo stesso Ministero dell’Interno abbia più volte lamentato le difficili condizioni e la mancanza di mezzi con cui i suoi uomini si trovano a lavorare. E’ opportuno ricordare che per amore della patria l’80% di coloro che facevano parte dei servizi libici durante il regime Gheddafi sono già tornati a lavoro. Daesh ha già colpito nella capitale l’Alta Commissione Elettorale e gli uffici della National Oil Corporation. Nel mirino dei terroristi potrebbero rientrare le maggiori compagnie del Paese, come NOC e GECOL, ma anche ministeri, ambasciate e luoghi di preghiera.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: