Nuove misure per ostacolare il contrabbando di rottame e di marchi contraffatti

Il Ministro dell’Economia libico, Ali Al-Essawi, ha discusso martedì con il ministero delle Finanze, Faraj Bumatari, ed il capo del dipartimento delle dogane, Tariq Al-Faqi, diverse misure atte ad ostacolare il contrabbando di rottame ed il proliferare di marchi contraffatti nel mercato del paese nordafricano. In particolare hanno concordato che i veicoli importati in Libia non devono superare i 10 anni di età e di appoggiarsi a società di controllo per evitare il contrabbando di rottame libico. E’ stato deciso, inoltre, che l’importazione di materie prime deve avvenire solamente attraverso i sistemi di pagamento della Banca Centrale della Libia. Il Dipartimento delle dogane, infine, sarà dotato di un altro ufficio che si occuperà del controllo dei marchi registrati al fine di ostacolare l’immissione di merci contraffatte, un fenomeno in forte espansione dal 2011, da quando cioè, è venuto meno il controllo delle frontiere.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: