Il presidente Serraj visita le tombe dei libici ad Ustica

Palermo, 14 novembre 2018 – Il presidente del Consiglio del Governo di Accordo Nazionale, Fayez al-Serraj, ha visitato mercoledì l’isola italiana di Ustica, dove migliaia di libici sono stati esiliati durante l’occupazione italiana della Libia. Ad Ustica esiste un vero e proprio cimitero “libico”, costruito accanto a quello degli isolani. Nel semplice fazzoletto di terra,  giacciono oltre trecento delle migliaia di cittadini libici, che furono esiliati nell’isola dal 1911 alla fine degli anni Trenta, durante il Governo Giolitti prima e la dittatura fascista di Benito Mussolini poi. All’ingresso, una lapide li ricorda. Il premier libico, prima di tornare in patria ha deposto una corona di fiori in segno di rispetto, recitando il Corano per le loro anime. “Le vittime libiche rimarranno presenti nella nostra memoria nazionale”, ha detto Al-Serraj ricordando il passato doloroso della storia della Libia.

 

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: