Sanalla discute gli sforzi congiunti per liberare i dipendenti rapiti con il console rumeno

Il console rumeno in Libia, Adrian Brancoveanu, è stato ricevuto lunedì dal presidente della National Oil Corporation (NOC), Mustafa Sanalla, per discutere delle misure adottate per liberare i dipendenti di Akakus precedentemente rapiti a Sharara. Le parti hanno affrontato gli ultimi sviluppi riguardanti il ​​cittadino rumeno Valentin Laurentiu Puscasu ed il suo collega libico, Ashraf Msallam, prelevati dal giacimento petrolifero di Sharara il 14 luglio 2018 da un gruppo armato sconosciuto. Sanalla ha delineato le azioni avviate dalla NOC per ottenere il loro ritorno, comprese le dichiarazioni rese alle autorità statali competenti, sottolineando che il Consiglio di amministrazione continuerà a sollecitare una rapida risoluzione e il loro giusto ritorno a casa in sicurezza.

Brancoveanu, lodando gli sforzi del Consiglio di amministrazione di NOC per mantenere i tassi di produzione nonostante le circostanze difficili, ha anche sottolineato le aree di cooperazione congiunta e i mezzi per rafforzare le relazioni bilaterali. Sanalla ha colto l’occasione per sottolineare ancora una volta i considerevoli sacrifici fatti dai lavoratori del settore petrolifero in tutto il paese, nonostante le continue sfide di sicurezza. Ha elogiato il loro spirito nazionale, la motivazione e la dedizione per mantenere i tassi di produzione, a beneficio della Nazione.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: