Di Vanessa Tomassini.

Il figlio dell’ex leader libico, Saif al-Islam Gheddafi, smentisce le dicerie ed i pettegolezzi che lo volevano d’accordo con quanto accaduto a Tripoli in questi giorni. “Vi informiamo che siamo in contatto con il fratello Saif al-Islam e nega categoricamente la sua relazione con qualsiasi formazione che combatte a Tripoli e ha descritto il combattimento come una sedizione ed un inutile spargimento di sangue inaccettabile da Allah e il suo messaggero”. Ha confermato a Speciale Libia il colonnello Alajmi Alatairi, dopo aver pubblicato una dichiarazione sulla sua pagina Facebook.

FB_IMG_1536116110418
Colonnello Alajmi Alatairi, comandante della Brigata Abubakar Al Sadiq

Alajmi Alatairi ha aggiunto che “abbiamo indagato sulla fonte di queste voci che si è rivelata essere i Fratelli Musulmani, arresi e capeggiati dai loro leader”. Saif al-Islam ha rivelato che la Fratellanza Musulmana avrebbe provato da tempo a contattarlo.  “I Fratelli Musulmani hanno provato più volte a comunicare con Saif al-Islam, ma li ha assolti di ogni rettitudine” ha detto il comandante della Brigata Abubakar Al Sadiq, responsabile della sicurezza presso la prigione di Zintan, Reform and Rehabilitation Institution (ZRRI), che era, come identificato dal Procuratore della Corte Internazionale di Giustizia, il battaglione che aveva in custodia il dottor Gheddafi.

La corte dopo aver emesso un mandato di arresto e consegna per il delfino libico sta ora valutando una richiesta d’appello presentata dalla difesa il 5 giugno 2018 che definisce il caso irricevibile dalla corte in quanto secondo lo Statuto di Roma nessuno può essere giudicato due volte per lo stesso reato. Il dottor Saif al-Islam era stato già giudicato e condannato alla pena di morte il 28 luglio 2015, tuttavia il governo della Libia ha promulgato la legge n. 6 del 2015 che prevede l’amnistia per tutti i libici accusati di reati commessi durante il periodo dal 15 febbraio 2011 fino all’emissione della legge. Per effetto di questa intorno al 12 aprile 2016, dopo essere stato imprigionato per altri nove mesi dopo la sua condanna, il dr. Gheddafi è stato rilasciato dalla prigione di Zintan.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...