Scambi di minacce tra leader di gruppi armati affiliati a Dabaiba e Bashagha

Mohsen Al-Zuweik, comandante della Forza di Protezione della Costituzione e delle Elezioni affiliata al Primo Ministro del Governo di Unità Nazionale, rispondendo alle provocazioni del comandante di Zintan, Osama al-Juwaily, ha dichiarato di essere pronto a qualsiasi confronto militare. Al-Zuweik ha affermato che il fallimento del “governo parallelo” ha fatto sì che i suoi lealisti minacciassero di usare la forza per entrare a Tripoli, dicendo che la risposta sarebbe stata sul campo non attraverso i media.

“Il progetto di governo parallelo è iniziato dopo il fallimento della lista Aguila e Bashagha al forum di Ginevra”, ha affermato in un chiaro riferimento ad Osama Juwaili, nella stessa lista.  Le dichiarazioni di Al-Zuweik sono arrivate in risposta alle minacce rivolte mercoledì da Juwaili ai media locali, affermando che l’unica soluzione che salverà la Libia dal conflitto armato sarebbe stata la consegna pacifica del potere da parte del primo ministro Abdel Hamid Al-Dabaiba a Bashagha.

Juwaili ha spiegato di aver concordato alla riunione militare che si è tenuta martedì scorso di mantenere la calma fino a quando non si terrà una seconda riunione la prossima settimana, dicendo che la riunione includerà tutte le parti militari. Ha anche avvertito dello scoppio di scontri armati se la situazione rimarrà tale, affermando che coloro che sono rimasti al potere rifiutando di cederlo al governo nominato dal Parlamento, la Camera dei Rappresentanti, sono responsabili delle conseguenze di qualsiasi conflitto futuro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: