Milizie di Serraj e Pashaga aprono il fuoco sui manifestanti a Tripoli e devastano abitazioni civili ad al-Asaba

Le milizie affiliate al Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Fathi Pashagha e Fayez al-Serraj hanno aperto il fuoco sui manifestanti a Tripoli, ferendo diversi civili. Nell’area di Ghout al-Shaal, un giovane è morto in ospedale. Secondo il racconto dei presenti, l’atmosfera si è surriscaldata quando alcuni giovani hanno assalito un auto delle agenzie di sicurezza e raggiunto il palazzo del Consiglio presidenziale.

Le proteste si stanno diffondendo a macchia d’olio in diverse aree della capitale e l’incidente, che il ministero dell’Interno ha attribuito a degli infiltrati, ha fatto aumentare la rabbia dei cittadini di Tripoli che chiedono la dipartenza del Governo imposto dalla Comunità internazionale.

In un contesto correlato, fonti di sicurezza denunciano crimini di guerra da parte delle milizie del GNA nell’area di al-Asaba, dove diverse abitazioni sono state devastate e molti civili uccisi per motivi ancora sconosciuti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: