Camera di Commercio libico-egiziana chiede il divieto di merci turche

La Camera di commercio libico-egiziana ha rilasciato una dichiarazione sull’arresto degli scambi commerciali con la Turchia, affermando che oggi i libici stanno affrontando un’occupazione turca esplicita.

La dichiarazione ha richiesto di non trattare economicamente e commercialmente con la Turchia fino a quando non interrompe il suo sostegno alle milizie, ritirando i suoi soldati, armi e aerei dalla Libia.

La Camera ha notato che nonostante il divieto di arrivo e partenza delle navi turche nei porti libici, le merci di Ankara continuano a circolare nel mercato libico.

La dichiarazione ha fatto appello ai funzionari del Ministero dell’Economia e del Commercio affinché vietino l’ingresso di qualsiasi merce turca nei porti ed aeroporti libici, anche se si trovavano a bordo di navi, aerei o camion non turchi.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: