Reazioni positive alla ristrutturazione del CdA della Brega Petroleum Marketing Company

L’Ambasciata degli Stati Uniti in Libia ha dichiarato mercoledì pomeriggio di accogliere con favore l’annuncio della National Oil Corporation (NOC) di quella che definisce “una riuscita ristrutturazione della Brega Oil Marketing Company”. In un tweet la Missione ha sottolineato che la ristrutturazione del Consiglio di Amministrazione della Brega “conferma che il futuro può essere più luminoso e più prospero quando le parti libiche si incontrano responsabilmente in un dialogo pacifico”.

“La National Oil Corporation e le sue filiali devono rimanere libere da tensioni politiche, con efficienze tecniche e dotate delle risorse appropriate per realizzare la loro missione vitale a beneficio di tutti i libici”. Prosegue, riaffermando la richiesta di porre fine alla chiusura non necessaria del settore energetico in Libia e a smettere di colpire il personale e le strutture della NOC.

La serie di tweet, condivisa attraverso il suo account ufficiale anche dall’Ambasciata Italiana a Tripoli (@ItalyinLibya), afferma inoltre che i tentativi di militarizzare il settore energetico e il contrabbando di prodotti petroliferi in violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, o l’ulteriore divisione delle istituzioni economiche libiche, contraddice le aspirazioni del popolo libico ad andare avanti e rispondere alla sfida senza precedenti posta dall’emergente coronavirus.

La compagnia petrolifera libica di Stato, NOC, aveva precedentemente annunciato la ristrutturazione del comitato di gestione della Brega e la nomina di un nuovo comitato guidato da Ibrahim Aburaida, che ha rimpiazza il CdA guidato da Imad bin Koura. L’ambasciata francese, da parte sua, ha definito il cambio di leadership della Brega “un passo avanti”, rimarcando l’unità, l’indipendenza e il monopolio della NOC nella distribuzione delle entrate petrolifere a beneficio di tutti i libici.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: