Al-Meshri: “liberazione di Tarhouna prima del Ramadan”

A seguito dei recenti sviluppi militari nella regione occidentale, che hanno portato alla riconquista di otto città costiere da parte del Governo libico di Accordo Nazionale (GNA), tra cui Sabrata, Surman e Al-Ajaylat, il presidente dell’Alto Consiglio di Stato (HCS) ed esponente della Fratellanza Musulmana, Khaled Al-Meshri, ha dichiarato che le forze di Tripoli celebreranno la “liberazione di Tarhouna” prima del mese sacro per i musulmani del Ramadan, che inizierà il 23 aprile.

In una dichiarazione, Al-Meshri ha indicato che le sue aspettative di avanzamento su Tarhuna si basano su piani militari volti a limitare i costi e i danni umani in linea con le operazioni del GNA. La breve nota del presidente dell’Alto Consiglio giunge in seguito ad un incontro avvenuto giovedì con il Primo Ministro Fayez Al-Serraj e i comandanti delle regioni militari di Tripoli, occidentale e centrale per discutere la prossima fase delle operazioni di combattimento.

Va detto che le città di Tarhouna e Bani Walid sono da oltre una settimana senza linea internet ed elettricità. I civili hanno anche lamentato a Speciale Libia, che idrocarburi e beni di prima necessità iniziano a scarseggiare, mentre le banche commerciali sono a corto di liquidità. Questi atti contro i civili rappresentano gravi crimini di guerra secondo il diritto umanitario internazionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: