Milizie anti-Haftar: abbattuto drone russo a sud di Tripoli (VIDEO)

Di Ali Ahmed.

Le milizie affiliate al Governo di Accordo Nazionale (GNA) con sede a Tripoli hanno rivendicato giovedì l’abbattimento di un drone “da ricognizione russo di tipo Orlan”, a sud della capitale. Il “successo” è stato annunciato ore dopo dalla sala operativa “Vulcano di rabbia” attraverso i social network.

Il video ottenuto da Speciale Libia mostra giovanissimi uomini armati caricare il drone su un mezzo militare dopo il suo schianto, affermando che si tratta di un drone di Haftar, il nono dall’inizio delle operazioni militari a sud di Tripoli dal 4 aprile, quando a dieci giorni dalla conferenza di Berlino, il Libyan National Army (LNA) sotto il comando del feldmaresciallo Haftar ha schierato mezzi e uomini a sud della capitale come da accordi con il Consiglio presidenziale di Fayez al-Serraj, raggiunti ad Abu Dhabi il 25 febbraio 2019.

Secondo una fonte della coalizione Vulcano di Rabbia, gli accordi tra Serraj ed Haftar prevedevano che l’LNA si muovesse a sud di Tripoli in attesa dei risultati della Conferenza nazionale, programmata dal 14 al 16 aprile 2019 a Ghadames. Solo se le milizie di Tripoli avessero rigettato i risultati della conferenza, l’LNA sarebbe stato legittimato ad entrare nella capitale. “Tuttavia – afferma la stessa fonte – il feldmaresciallo, forte dell’accoglienza ricevuta nel sud della Libia, ad Azizia e a Gharian, avrebbe deciso di procedere verso Tripoli”.

I combattimenti da allora non si sono mai arrestati sebbene una calma apparente fosse stata raggiunta al fronte in seguito alla richiesta di cessate il fuoco di Russia e Turchia, il 12 gennaio. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si è riunito ben 15 volte senza raggiungere una risoluzione sul cessate il fuoco, mentre una proposta presentata dal Regno Unito sarebbe ancora in discussione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: