Misurata impone il coprifuoco, ad Abu Qurain manca acqua e viveri

Di Ali Ahmed.

I gruppi armati di Misurata hanno imposto da 48 ore il coprifuoco nella cittadina di Abu Qurain, a circa 100 km ad est di Misurata, da mezzanotte alle sei del mattino. Fonti locali denunciano da 48 ore la mancanza di acqua potabile e beni di prima necessità, in seguito all’inizio dei combattimenti tra i gruppi armati locali e il Libyan National Army (LNA) che ha avanzato verso ovest dopo la presa di Sirte.

Agenzia Nova riferisce oggi, giovedì 9 gennaio, che il coprifuoco notturno è stato dichiarato anche a Misurata, “a partire dall’una di notte fino alle 6 del mattino”. Secondo una nota ufficiale “il provvedimento è stato adottato per facilitare il lavoro delle pattuglie di sicurezza”. La direzione della sicurezza centrale di Misurata, affiliata al Ministero dell’Interno del Governo di Accordo Nazionale (GNA) con base a Tripoli, specifica che “il coprifuoco è dovuto all’attuale situazione in cui versa il paese in quanto tutte le forze armate sono nello stato d’allerta massimo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: