Tripoli. Aumentano i raid aerei, edificio Akakus danneggiato

La National Oil Corporation (NOC) ha confermato che l’edificio della Akakus Oil Operations Company a Tripoli è stato danneggiato in seguito a un attacco aereo nelle vicinanze della zona stradale dell’aeroporto venerdì 20 dicembre 2019, intorno alle 17,30 ora locale.

Il presidente della NOC, Mustafa Sanalla, ha commentato: “Le strutture della NOC sono danneggiate e la vita dei suoi lavoratori è minacciata da una crescente regolarità delle azioni militari. Se intenzionale o meno questo è inaccettabile e deve fermarsi immediatamente. Fortunatamente, questo incidente non ha causato vittime umane. Tuttavia, tutte le parti devono stare alla larga da queste strutture che costituiscono la spina dorsale dell’economia libica. Esporre le strutture e i nostri lavoratori al pericolo ci costringerà a chiuderle, il che influenzerà negativamente tutti i cittadini libici”.

Nelle ultime 24 ore l’esercito nazionale libico ha intensificato i bombardamenti aerei sui siti delle milizie del Governo di Accordo Nazionale (GNA) in e intorno Tripoli, in particolare a Tarhouna, Masallata e Zliten. Giovedì almeno 14 raid aerei sono stati hanno colpito posizioni degli islamisti nella città costiera di Misurata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: