UNSMIL preoccupata per giornalista Rida Fhelboom, chiede l’immediato rilascio

La Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) si è detta preoccupata per la sparizione forzata di Rida Feelboom (o Fhail al-Boom) , giornalista libico ed attivista civile.

Reda Fhelboom, noto difensore dei diritti umani e giornalista, è stato arrestato e detenuto all’aeroporto di Mitiga sabato sera da un gruppo armato con base a Tripoli, in seguito al suo arrivo da Tunisi. Ha dichiarato UNSMIL aggiungendo di temere che l’arresto e la detenzione di Fhelboom possano essere dovuti al suo lavoro di difensore e giornalista e quindi alla violazione degli obblighi internazionali in materia di diritti umani della Libia relativi al diritto alla libertà e alla sicurezza della persona e alla libertà di opinione e di espressione.

L’UNSMIL prende atto della dichiarazione rilasciata dal Ministero degli Interni sul caso e sta dando seguito alle autorità competenti di Tripoli. L’UNSMIL sottolinea che il signor Fhelboom deve essere prontamente rilasciato o deferito a un’autorità giudiziaria. La Missione chiede la protezione di giornalisti e difensori dei diritti umani in Libia, per consentire loro di svolgere liberamente il proprio lavoro.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: