Milizie si ritirano dopo attacco alle istituzioni

I gruppi armati responsabili dell’attacco alle istituzioni di mercoledì mattina si sarebbero ritirati nelle loro basi. Le milizie, comprese alcune provenienti da Misurata, appartenenti alla coalizione antiterrorismo al-Bunian al-Marsus, si sono scontrate con le forze di sicurezza e le guardie presidenziali, nel perimetro del Ministero delle Finanze, in Dahra, a meno di 2km dall’ambasciata d’Italia, e lungo Sikka Street nei pressi dell’ufficio del Primo Ministro Fayez al-Serraj.

Come si vede in questo video diffuso sui social network, uomini armati ancora non identificati, avrebbero fatto irruzione nelle aree citate a bordo di mezzi armati dando vita ad uno scontro diretto con esplosioni e scambi di artiglieria con le Guardie Presidenziali e le Forze Speciali di Deterrenza (RADA) accorse sul posto. Le milizie sarebbero riuscite a sequestrare alcune armi e munizioni prima della ritirata. Sembrerebbe che il presidente al-Serraj sarebbe stato immediatamente condotto in un luogo sicuro, sebbene non ci siano ancora dichiarazioni ufficiali da parte del Governo. Le strade in Dahra e nei pressi di Sikka Street sarebbero state riaperte nel pomeriggio, dopo una chiusura momentanea che ha suscitato polemiche e indignazione tra i cittadini.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: