Ambasciata libica a La Valletta nega l’esistenza di un accordo segreto tra Libia e Malta

L’ambasciata libica a La Valletta ha fortemente smentito il rapporto del Times of Malta sulla firma di un accordo segreto tra Libia e Malta per bloccare i migranti nel Paese nordafricano. L’ambasciata non ha tuttavia negato l’esistenza di una collaborazione tra le forze armate de La Valletta e le milizie di Tripoli.

In una nota i diplomatici libici affermano che non vi sono accordi segreti tra i due Governi, ma che essi cooperano strettamente e in modo trasparente su questioni relative all’immigrazione clandestina e alle attività di contrabbando in tutto il Mediterraneo. Libia e Malta collaborerebbero quindi in maniera trasparente nell’ambito del partenariato 5 + 5 Difesa, sotto gli obblighi previsti dal diritto internazionale e nel rispetto dei diritti umani.

Anche il Governo maltese aveva smentito il quotidiano, l’ambasciata ha inoltre evidenziato come grazie alla cooperazione del Governo libico con Malta, Italia e altri paesi dell’UE, nell’ultimo decennio sono state salvate migliaia di vite innocenti nel Mediterraneo. E’ opportuno ricordare tuttavia che da aprile 2019, in e intorno a Tripoli è riesplosa la violenza, e molte persone trattenute all’interno di centri di detenzione gestiti da gruppi armati affiliati al Ministero dell’Interno e della Difesa libici sono morte e continuano ad essere esposte a rischio diretto di conflitto.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: