Salamé è arrivato a Bengasi

Di Ahmed Ali.

Bengasi, 18 febbraio 2019 – Il Rapppresentante Speciale del Segretario Generale Onu e capo della Missione di Sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL), Ghassan Salamé, è arrivato questa mattina a Bengasi, all’areoporto di Benina. Salamè incontrerà un certo numero di leader della regione orientale per affrontare gli ultimi sviluppi sull’arena libica, inclusa la roadmap dell’Onu per risolvere la crisi nel paese e gli step necessari per la realizzazione del Forum Nazionale annunciato per il prossimo periodo, probabilmente verso fine di marzo. La visita arriva dopo le dichiarazioni forti di Salamé all’agenzia Sputnik in cui definisce la classe politica libica il più grosso ostacolo ai progressi del Paese nordafricano. In particolare, l’inviato ha ribadito l’idea che i partiti politici libici sono sì divisi apparentemente, ma coesi nel cercare di preservare le loro posizioni a discapito del popolo libico. D’altra parte, si fa strada tra i libici la richiesta che la divisione politica delle Nazioni Unite abbandoni il Paese affinchè i libici risolvano da soli i loro problemi, soprattutto dopo le dichiarazioni della Missione in cui criticava le operazioni del Libyan National Army nella Libia meridionale. Va ricordato inoltre che la visita di Salamè giunge dopo l’incontro con il Procuratore generale della Corte Internazionale di Giustizia, Fathou Bensouda. La Corte dell’Aja ha recentemente rinnovato l’ordine di arresto e consegna del maggior Mahmoud al-Werfalli e del figlio del rais, Saif al-Islam Gheddafi, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità libiche che si rifiutano di collaborare.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: