UNSMIL chiede di mettere fine alle uccisioni extragiudiziali

La Missione di Supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) si è detta preoccupata per l’aumento, nelle ultime due settimane, di uccisioni extragiudiziali a Tripoli ed ha invitato le autorità libiche a lanciare un segnale chiaro di condanna con indagini obiettive per identificare e perseguire i responsabili di tali crimini. Il messaggio arriva dopo la segnalazione dell’assassinio e il rapimento di alcuni leader di milizie nella capitale. La Missione ha spiegato che le controversie personali dovrebbero svolgersi nelle aule di tribunale, non condotte da uomini armati per le strade; sottolineando che le “esecuzioni extragiudiziali sono atti di estrema crudeltà che violano non solo le leggi di questo Pasese, ma anche il diritto umanitario internazionale”. Il fenomeno è stato anche condannato da parte dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Libia in quanto genera instabilità, oltre a mettere a repentaglio la vita dei civili.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: