Arrestato un tunisino che preparava cinture esplosive in Libia per attentati terroristici

I terroristi di mezzo mondo continuano ad infiltrarsi in Libia. Le forze di sicurezza nella città di  Jumayl, nel centro di Nuqat al Khams distretto occidentale in Libia a circa 10 chilometri a sud-ovest del porto di Zuwara,  hanno arrestato un cittadino tunisino intento a costruire cinture esplosive all’interno di una casa abbandonata insieme ad altre 3 persone di diverse nazionalità.

In seguito alle indagini e agli interrogatori, il tunisino, di cui non sono state ancora rese note le generalità, ha confessato agli inquirenti che le cinture sarebbero dovute rientrare in Tunisia dove stava pianificando un attentato nel sud. L’uomo avrebbe anche ammesso di essersi unito ad una cellula della galassia jihadista di Sirte dopo aver viaggiato in Siria.

 

 

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: