Portavoce LNA: “avanziamo a Derna”, la battaglia contro al-Qaeda continua

Dopo le accuse dei giorni scorsi da parte di Human Rights Watch, il portavoce dell’esercito orientale, Ahmed al-Mismari ha spiegato in una conferenza stampa che l’esercito rispetta il diritto internazionale, la convenzione di Ginevra e soprattutto le usanze e i costumi libici. Al-Mismari nel suo discorso ha rivelato che l’esercito è riuscito ad entrare nella città di Derna da est ad ovest e dopo il raid aereo dei giorni scorsi, le forze del Generale Khalifa Haftar sarebbero in netto vantaggio sui miliziani di al-Qaeda, il gruppo terroristico nemico del mondo intero.

Il portavoce del Libyan National Army ha invitato la cittadinanza a non permettere ai jidasti di piazzare armi sui tetti e sui balconi delle loro case, in quanto qualsiasi minaccia diverrà un target dell’esercito nazionale. Ha poi aggiunto che lo slogan di oggi è “salvare Derna e il suo popolo dal terrorismo e di estendere il prestigio dello stato all’intera Libia”. Secondo l’esercito molti giovani che stanno combattendo a fianco di Daesh ed al-Qaeda hanno risposto alla chiamata delle menti delle organizzazioni che vivono in lussuosi hotel ed appartamenti in Turchia.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: