L’autorità per il controllo amministrativo, Administrative Control Authority (ACA), ha criticato le misure finanziarie 2018 adottate dal Consiglio Presidenziale del Governo di Accordo Nazionale. In particolare sotto accusa è ancora una volta l’aumento delle spese di amministrazione per le quali il Governo di Tripoli è stato invitato ad adottare misure di austerità a partire dall’anno in corso. Il capo dell’ACA, Nasser Hassan, ha avvisato la squadra di Fayez al Serraj che i conti pubblici hanno visto un aumento della spesa a 46 miliardi di dinari libici, con un deficit di 14 miliardi, che va a peggiorare la già difficile situazione dell’economia e instabilità finanziaria del paese nordafricano.

aca1

Secondo l’autorità, i conti del Governo presenterebbero diverse anomalie a partire da una somma di 750 milioni di dinari per voci vaghe ritenute inspiegabili, oltre ad altri 30 in favore di attività politiche, mascherate come centri di ricerca o centri studi africani. Nella missiva pubblicata da alcuni media della Tripolitania, di cui riportiamo qui un’astratto, Nasser Hassan critica anche la spesa di 400 milioni per i funzionari e i diplomatici di consolati ed ambasciate libici all’estero, invitando il Consiglio Presidenziale a cambiare rotta per la seconda parte dell’anno in corso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...