Egitto valuta la possibilità di riaprire i collegamenti aerei

di Vanessa Tomassini –

Secondo i media in lingua araba l’Egitto è intenzionato a ripristinare i voli da e per la Libia, che erano stati sospesi dal 2014. Secondo voci di corridoio la compagnia di bandiera, Egypt Air, punta a ristabilire i collegamenti tra Tripoli e il Cairo entro la fine del 2018. Già qualche tempo fa, i media egiziani avevano rivelato l’intenzione della compagnia aerea di operare 3 voli settimanali dal Cairo verso Tripoli e Bengasi se la situazione degli aeroporti libici lo consentirà.
Di recente, il ministro delle Comunicazioni e dei Trasporti del Governo di Accordo Nazionale, Milad Matoug, ha rivelato, durante il Forum economico Italo-Libico organizzato dalla Camera di Commercio, che la costruzione dell’aeroporto internazionale di Tripoli (AIT) inizierà nei prossimi giorni. Quest’ultimo era stato distrutto durante i combattimenti tra le milizie di Tripoli e Zintan nel 2014. Da allora la capitale era stata costretta ad utilizzare il suo aeroporto militare, Mitiga, costantemente teatro di scontri tra bande armate che spesso hanno provato a liberare dei prigionieri dalle carceri situate all’interno della struttura.
E’ bene ricordare che una delegazione di costruttori italiani aveva visitato l’AIT per un sopralluogo ad ottobre 2016, tuttavia alle aziende italiane sarebbe stata affidata solo parte dei lavori (in passato si era parlato della torretta) mentre il resto dell’appalto sarebbe stato assegnato ad una compagnia turca, probabilmente per l’ingerenza delle milizie che spesso si intromettono nella firma di contratti commerciali, come rivelato anche nell’ultimo documento del pannello degli esperti delle Nazioni Unite.

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: