Banca Centrale della Libia trasmette i conti 2021 all’Audit Bureau

Domenica, la Banca Centrale della Libia (CBL) ha annunciato di aver trasmesso il suo conto finale per l’anno 2021 all’Audit Bureau compresi i chiarimenti al 9 marzo, a completamento del bilancio per l’anno 2021, ai fini della revisione contabile. In una nota, la Banca Centrale della Libia ha confermato che tale provvedimento è conforme alle disposizioni della Legge n. 1 del 2005 in materia di banche e relative modifiche nel rispetto del principio di trasparenza e informativa.

Secondo il bollettino economico del quarto trimestre 2021 già diffuso la scorsa settimana dalla CBL, l’inflazione ha registrato un aumento annuo del 4,1% nel periodo (settembre-dicembre dello scorso anno) rispetto al 2,1% dello stesso periodo dell’anno 2020. L’aumento dell’inflazione nel quarto trimestre è stato il più alto dell’anno scorso: 3,4% nel terzo trimestre, 1,3% nel secondo e 2,4% nel primo trimestre.

I prezzi del paniere alimentare e delle bevande hanno rappresentato la quota maggiore dell’aumento nel quarto trimestre, registrando un tasso di inflazione del 5,5% rispetto al 4,5% nel terzo trimestre. Il prezzo medio di abitazioni, acqua, gas ed elettricità è aumentato dell’1,4% rispetto all’1% del terzo trimestre, così come gli altri beni e servizi che hanno visto un aumento del 3,3%, rispetto al 2,3% dello stesso periodo del 2020.

Secondo i dati recenti della CBL, le banche commerciali libiche hanno ottenuto un balzo record nei loro profitti lo scorso anno con l’aumento di prestiti e anticipazioni, e il calo dei depositi. I profitti complessivi sono aumentati del 93,3% per raggiungere un miliardo e 176 milioni di dinari, rispetto ai 608,7 milioni di dinari del 2020. I depositi totali presso le banche sono diminuiti del 7,9% a circa 78,6 miliardi di dinari, circa un miliardo di dinari in meno alla fine del 2021. Mentre il credito totale concesso dalle banche commerciali è aumentato del 15,5%, a 19,6 miliardi dinari alla fine dello stesso anno.

Il totale attivo delle banche commerciali (esclusi i conti regolari) in Libia è aumentato da 126,1 miliardi di dinari alla fine dell’anno 2020 a circa 136 miliardi di dinari alla fine del 2021, con un tasso di crescita del 7,8%, e le attività liquide (pari a 93 miliardi di dinari) delle attività totali costituivano il 4,68%. I profitti delle banche commerciali (al lordo degli accantonamenti e delle tasse) sono aumentati del 93,3% lo scorso anno per raggiungere circa un miliardo e 176 milioni di dinari, rispetto ai 608,7 milioni di dinari nel 2020.

Il saldo dei prestiti concessi al settore privato alla fine del 2020 ammontava a 13,2 miliardi di dinari, ovvero il 67% del totale dei prestiti e delle agevolazioni concesse, mentre il saldo dei prestiti concessi al pubblico settore costituiva il restante 33%, che ammontava a circa 6,5 ​​miliardi di dinari. Il grado di copertura del fondo svalutazione crediti rispetto al totale dei finanziamenti concessi ha raggiunto lo scorso anno il 18,7%, rispetto al 20,9% dell’anno 2020.

I depositi presso le banche commerciali sono diminuiti da 102,2 miliardi di dinari alla fine del 2020 a 92,1 miliardi di dinari alla fine dello scorso anno, con un tasso di crescita del 9,9%, e i depositi a vista hanno rappresentato il 79,4% dei depositi totali, mentre i depositi a termine rappresentavano il 20,3% del totale, infine i depositi a risparmio non superavano lo 0,3%. Il patrimonio netto totale nelle banche commerciali è aumentato dell’1,8% da 6,2 miliardi di dinari del 2020 a 6,3 miliardi di dinari nell’ultimo anno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: