Colloqui tra GECOL e la turca ENKA per il completamento della centrale elettrica di Ubari

La General Elecric Company di Libia (GECOL) ha dichiarato che il suo consiglio di amministrazione ha tenuto colloqui con la società turca ENKA, appaltatori esecutivi per il progetto della centrale elettrica di Ubari.

L’incontro ha riguardato – si apprende in una nota – la messa a punto di un meccanismo per completare i lavori del progetto della centrale a gas di Ubari, nella Libia meridionale, ed avviare quelli per due stazioni di servizio a ovest di Tripoli e Misurata, che saranno implementate dalla tedesca Siemens ed ENKA.

Da parte sua, la società ENKA ha sottolineato che questi progetti miglioreranno la capacità di produzione della rete elettrica libica, indicando di aver preso tutte le misure necessarie con la compagnia GECOL per garantire che i lavori vengano realizzati secondo le scadenze stabilite.

Il Consiglio di amministrazione della General Electricity Company of Libya (GECOL) sta tenendo diversi incontri con rappresentanti di società straniere per il completamento di progetti in fase di stallo, per cercare di risolcere i problemi di carico di energia elettrica in Libia.

E’interessante notare che proprio la di elettricità è una delle ragioni che hanno spinto migliaia di giovani a manifestare nella capitale Tripoli ed altre città.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: