La Russia dispiega aerei da combattimento militari in Libia, AFRICOM avverte

Il comando degli Stati Uniti in Africa (AFRICOM) – ha affermato in un comunicato – di ritenere che Mosca abbia recentemente dispiegato aerei da combattimento militari in Libia per sostenere gli appaltatori militari privati ​​(PMC) sponsorizzati dallo stato russo che operano sul campo.

È probabile che gli aerei militari russi forniscano supporto aereo ravvicinato e raid offensivi per il PMC del gruppo Wagner che sostiene la lotta dell’Esercito Nazionale Libico (LNA) contro il Governo di Accordo Nazionale riconosciuto a livello internazionale. Prosegue la nota, aggiungendo che gli aerei da caccia russi sono arrivati in Libia, da una base aerea in Russia, dopo aver transitato in Siria dove AFRICOM crede che siano stati ridipinti per mascherare la loro origine russa.

“La Russia sta chiaramente cercando di ribaltare la scena a suo favore in Libia. Proprio come li ho visti fare in Siria, stanno espandendo la loro impronta militare in Africa usando gruppi mercenari supportati dal governo come Wagner”, ha affermato il generale dell’esercito americano Stephen Townsend, generale del comando degli Stati Uniti in Africa. “Per troppo tempo, la Russia ha negato la piena portata del suo coinvolgimento nel conflitto libico in corso. Bene, non si può negarlo ora. Abbiamo visto come la Russia ha pilotato i combattenti di jet di quarta generazione in Libia – ad ogni passo. Né LNA né le compagnie militari private possono armare, gestire e sostenere questi combattenti senza il sostegno statale – il sostegno che stanno ottenendo dalla Russia”.

Secondo AFRICOM, la Russia ha impiegato il gruppo Wagner – sponsorizzato dallo stato in Libia – per nascondere il suo ruolo diretto e permettere a Mosca di negare le sue azioni maligne. Il comando USA in Africa valuta che le azioni militari di Mosca hanno prolungato il conflitto libico e aggravato le vittime e la sofferenza umana da entrambe le parti.

“Il mondo ha sentito il signor Haftar dichiarare che stava per scatenare una nuova campagna aerea. Saranno piloti mercenari russi che volano su aerei forniti dalla Russia per bombardare i libici ”, ha detto Townsend.

Il comando Africa degli Stati Uniti – conclude la nota – valuta che la Russia non è interessata a ciò che è meglio per il popolo libico, ma sta invece lavorando per raggiungere i propri obiettivi strategici. “Se la Russia si impadronisce della base libica, il prossimo passo logico è che dispiegheranno capacità permanenti di negazione delle aree anti-accesso (A2AD) a lungo raggio”, ha dichiarato il generale dell’aeronautica militare americana, Jeff Harrigian, comandante delle forze aeree statunitensi in Europa e Africa. “Se quel giorno arriverà, creerà preoccupazioni di sicurezza molto reali sul fianco meridionale dell’Europa”.

Secondo AFRICOM, le azioni destabilizzanti della Russia in Libia aggraveranno anche l’instabilità regionale guidata dalla crisi migratoria che colpisce l’Europa.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: