Vulcano di rabbia sequestra bombole di gas e generi alimentari diretti a Tarhouna

Domenica 5 febbraio, i gruppi armati affiliati al Governo di Accordo Nazionale (GNA) con sede a Tripoli hanno fermato due camion carichi di bombole di gas da cucina e generi alimentari diretti alla città di Tarhouna. Secondo la sala operativa della coalizione Vulcano di Rabbia, i carichi sarebbero stati inviati dal comando generale dell’esercito libico (LNA) senza rispettare le procedure ufficiali.

Si tratta, tuttavia, dell’ennesima violazione da parte dei gruppi armati nei confronti dei civili residenti nelle aree sotto il controllo dell’LNA di Khalifa Haftar. La comunità internazionale continua a fare appello alle due parti belligeranti per una tregua umanitaria che consenta alle autorità locali e ai loro partner internazionali di rispondere adeguatamente alla minaccia del coronavirus, covid-19.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: