Il presidente del Parlamento ricorda la legittimità delle forze armate e della Camera

Il Presidente della Camera dei Rappresentanti, Aguila Saleh Issa, si è riunito giovedì presso la sede del Consiglio nella città di Gubba, una delegazione del Centro di dialogo umanitario di Ginevra guidata dal Direttore dell’Ufficio per il Medio Oriente.

Il presidente del Parlamento libico ha sottolineato l’esistenza di costanti che la missione delle Nazioni Unite dovrebbe comprendere e lavorare per garantire un accordo per porre fine alla crisi in Libia, tra le quali la più importante di queste costanti è che la Camera dei Rappresentanti è l’unico organo legittimato dai libici, e che l’uso delle entrate petrolifere da parte della Banca centrale della Libia per portare mercenari, comprare armi è qualcosa di inaccettabile, sottolineando la necessità di distribuire equamente le entrate petrolifere tra i libici.

La Camera ha sottolineato in un breve comunicato che le forze armate arabe libiche sono forze operative regolari e, secondo i sistemi militari adottati in vari paesi del mondo, non dovrebbero essere paragonate a milizie e bande armate. Il comunicato ha ricordato che la Camera dei Rappresentanti è l’unico corpo autorizzato a scegliere i propri rappresentanti in qualsiasi dialogo politico e questi non possono essere imposti da alcuna autorità al di fuori del paese.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: