L’ambasciatore USA in Libia avverte di nuove operazioni militari

L’ambasciatore degli Stati Uniti in Libia, Richard Norland, sabato 8 febbraio 2020 ha avvertito della possibilità di una nuova escalation di violenza nel Paese nordafricano e di nuove operazioni militari.

“L’ambasciata americana sta seguendo con preoccupazione le notizie attendibili secondo cui operazioni militari verranno pianificate da forze affiliate con le forze armate arabe libiche (LNA) e il Governo di Accordo Nazionale (GNA) nel prossimo futuro”. Ha dichiarato la Missione degli Stati Uniti evidenziando che indipendentemente che “siano ostili o difensive, tali azioni violano gli accordi raggiunti“.

L’ambasciata degli Stati Uniti in Libia ha infine invitato “le parti e i loro sostenitori stranieri a considerare attentamente i rischi inerenti a tali azioni e a raddoppiare il sostegno al dialogo sulla sicurezza facilitato dalle Nazioni Unite, Ginevra, nel tentativo di raggiungere un accordo sul cessate il fuoco permanente”.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: