Borrell incontra al-Sarraj e il ministro degli esteri libico a Bruxelles

Di EU External Action.

Oggi, l’alto rappresentante -vicepresidente Josep Borrell ha incontrato il primo ministro della Libia, Fayez al-Sarraj, e il ministro degli Esteri Mohamed Taha Siala a Bruxelles, in due riunioni separate. Il primo incontro è stato ospitato dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Un incontro separato si è tenuto congiuntamente al ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas.

Hanno discusso degli ultimi sviluppi in Libia e della necessità di cessare immediatamente le ostilità e tornare ai negoziati politici sotto la guida delle Nazioni Unite. L’alto rappresentante / vicepresidente Borrell ha ribadito che non esiste una soluzione militare alla crisi libica e che ulteriori azioni militari avranno conseguenze catastrofiche per la popolazione libica e per l’intera regione. Ha sottolineato che, al fine di trovare una soluzione alla situazione, tutte le parti dovranno sedersi attorno al tavolo e avviare un dialogo politico autentico.

A seguito del resoconto del Ministro Maas sul processo di Berlino, l’alto rappresentante / vicepresidente Borrell ha anche espresso la disponibilità dell’UE a mobilitare gli strumenti e le risorse necessari per garantire la piena attuazione delle misure pratiche per garantire un cessate il fuoco sostenibile e accompagnare il processo politico. Ha confermato la disponibilità dell’UE a impegnarsi con tutte le parti per trovare una via da seguire.

Il processo di Berlino e gli sforzi di mediazione delle Nazioni Unite mettono in primo piano le esigenze di tutti i libici e suggeriscono soluzioni sostenibili a questioni fondamentali come l’unificazione delle istituzioni, la distribuzione equa della ricchezza del paese e la definizione di una tabella di marcia realistica verso una soluzione politica. Mira anche a garantire l’acquisizione di tutti gli attori internazionali per porre fine alle interferenze esterne che non faranno altro che aggravare ulteriormente il conflitto.

Le riunioni odierne seguono una riunione dell’alto rappresentante e vicepresidente con i ministri degli affari esteri di Francia, Germania, Italia e Regno Unito il 7 gennaio a Bruxelles e fa parte dell’impegno attivo dell’UE con tutti gli attori. Nei prossimi giorni sono previsti ulteriori incontri, incluso un Consiglio straordinario per gli affari esteri, venerdì 10 gennaio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: