Serbatoio della Brega colpito da un proiettile negli scontri a Tripoli

La Brega Marketing Company ha dichiarato che il serbatoio «120» di gasolio nel deposito petrolifero di Tripoli è stato colpito da un proiettile indiscrimanto durante i combattimenti di oggi tra il Libyan National Army (LNA) e le milizie della capitale. Il proiettile avrebbe causato un buco profondo nel serbatoio con la conseguente perdita di carburante sebbene i team di emergenza e manutenzione siano intervenuti per lo svuotamento e per cercare di riparare il danno.

La società ha confermato la disponibilità di carburante in tutte le stazioni di rifornimento, invitando tutte le parti in conflitto ad evitare gli attacchi alle sue strutture e minacciare i suoi lavoratori, che rischiano la vita su base giornaliera per servire i cittadini. Già sabato scorso la Brega aveva sospeso le operazioni ed evacutato lo staff nel magazzino di Tripoli, in seguito all’escalation di violenza. In più occasioni la National Oil Corporation (NOC), seguita dalla Comunità internazionale, aveva ribadito che le istallazioni petrolifere vengano lasciate fuori dal conflitto, in quanto le risorse e i suoi ricavi appartengono al popolo libico.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: